https://meditaedanza.com/wp-content/uploads/2020/09/9-foto-volontÖ-640x360.png

Meditazione è volontà

Non stiamo parlando della libertà forzata e fastidiosamente pesante dell’ego.
Quando e quanto sono in grado di scegliere liberamente? Quando la volontà diviene decisione creativa? 
Quanto decido volontariamente e liberamente della mia vita e quanto è subìto?
La meditazione ci porta a comprendere questa possibilità: decidere volontariamente e liberamente in un processo che integra il Cuore (emisfero destro femminile ) e la mente (emisfero sinistro maschile ), di scegliere una direzione, la via della consapevolezza, della presenza, dello star bene.

Qual è quella forza che mi sprona a seguire la direzione del cuore e dell’Amore? 


Come faccio a riconoscerla e a nutrirla? 


Saranno queste le domande che andremo a rispondere attraverso la pratica meditativa, stimolando la saggezza che ognuno di noi conserva in sè.
Ogni giorno, con umiltà, perseveranza e amore dobbiamo alimentare questo fuoco della volontà che si tramuta in libertà del momento in cui faccio una scelta. Nel nostro caso la #scelta di sedersi e iniziare la nostra pratica meditativa.
—> Ma da dove proviene la SCELTA?
Se è una scelta solo razionale(e all’inizio può esserlo), forzata dalla mente , sento pesantezza, oppressione, imposizione, spossatezza, pigrizia. Se è una scelta che parte dall’anima è un atto accompagnato da un senso di libertà, dove sento che a cambiare è la qualità del mio stato interiore.
La prima sensazione ci da un senso di debolezza e separazione, la seconda di forza, pienezza e unità. 
La volontàdell’ego ci chiude la mente in una prigione stretta, fatta di se, ma, forse, però ecc… una volontà inquisitoria e giudicante. 
La volontàdell’anima ci libera a spazi infiniti di infinite possibilità. 
La mente diviene chiara, semplice e diventiamo infinitamente intelligenti.
“La felicità non è una condizione ma una decisione“
“La felicità è una scelta di ogni momento“:
queste sono frasi che la dicono lunga su quello che intendiamo. Quando siamo in una condizione esterna di benessere e felicità data dagli eventi favorevoli che ci circondano, in un certo modo viviamo di rendita e non dobbiamo fare nessuna scelta. Poi quando sopraggiungono le difficoltà possiamo decidere di essere felici, di volerci bene e di aprirci. Quando l’apertura e la volontà si incontrano facciamo il pieno di energia, tutto fluisce a meraviglia. E’ importante quindi arrivare alla consapevolezza che in un certo modo siamo noi responsabili del nostro cammino e in questa giusta e gentile disciplina scegliere di essere felici, costantemente attenti.
Questo stato è la nostra vera natura, la natura intrinseca dell’essere umano. Possiamo quindi vivere questi momenti automaticamente e lasciarli disperdere piano piano nell’inconsapevolezza o imparare ad essere consapevoli, svegli e riconoscendo la nostra presenza che implica un’osservazione molto semplice ed elementare che possiamo riassumere così:
“SENTIRSI MERAVIGLIOSAMENTE VIVI!“ 

vai al prossimo step

https://meditaedanza.com/wp-content/uploads/2020/07/loghetto-youtube-no-scritta-e1595430666385.png
Contatti
Gian Luca Dal Zotto

Via Mare, 36/b,
36030 Lugo di Vicenza VI
tel: 347 971 0277

https://meditaedanza.com/wp-content/uploads/2020/12/cam-tv-icona-blu.png
https://meditaedanza.com/wp-content/uploads/2020/07/loghetto-youtube-no-scritta-e1595430666385.png
Contatti
Gian Luca Dal Zotto

Via Mare, 36/b,
36030 Lugo di Vicenza VI
tel: 347 971 0277

https://meditaedanza.com/wp-content/uploads/2020/12/cam-tv-icona-blu.png