BiodanzaMeditare sempliceConosci l’Araba Fenice?

https://meditaedanza.com/wp-content/uploads/2021/04/risveglio-meditaew.jpg

Un bellissimo articolo scritto da Monica Mariutti, co-organizzatrice dell’evento “Risveglio tra Anima e Corpo” che tratta di un tema a noi caro, il risveglio, la rinascita, ovvero il filo conduttore dell’evento benessere in programma a Luglio. Buona lettura!

CONOSCI L’ARABA FENICE?

L’Araba Fenice è un uccello mitologico, che rinasce dalle proprie ceneri dopo la morte e proprio per questo motivo, simboleggia la resilienza e la rinascita. Ti è mai capitato di fare questa esperienza nella tua vita?

Sono sicura di sì e magari non te ne sei neanche accorto, perché non siamo abituati a percepire il cambiamento come qualcosa di buono e necessario per la nostra evoluzione e opponendo resistenza, creiamo dolore.
Il ciclo di nascita e morte lo possiamo osservare per es. in natura, nei cicli delle stagioni: autunno – inverno, primavera – estate. Nel germoglio di un seme c’è implicitamente la morte del seme e la rinascita attraverso una pianta ecc. Così anche in noi esseri umani, ci sono dei cicli di nascita e morte. Per es. quando andiamo a dormire e al mattino ci risvegliamo. A livello simbolico questo è un ciclo di “morte e rinascita”. Quando subiamo un lutto, qualunque esso sia, qualcosa dentro di noi cambia, qualcosa di noi se ne va per lasciar posto “al nuovo” che a volte fa paura, perché non lo conosciamo. Quando viviamo dei momenti di grande gioia, eventi speciali, nuovi inizi, questi portano con sé dei cambiamenti di consapevolezza in noi, anche se questo processo è per lo più inconsapevole e dipende da ognuno di noi.

Diciamo che, risvegliarsi da un sonno profondo della nostra coscienza, rappresenta una grande rinascita!

Quello che spesso ci sfugge, è che questi cicli di “morte e rinascita” sono infiniti, sono più o meno intensi, più a meno lunghi e si vivono anche e soprattutto nel nostro quotidiano, se siamo in grado di osservarli e di prenderne coscienza. Il fatto è che non siamo abituati a farlo.
Ci sono poi molti percorsi olistici che ci allenano a questo cambiamento, che ci allenano a percepire il movimento vitale che è in noi, cioè la Vita che è dentro e fuori di noi, come per es. la Biodanza, la meditazione ecc..
Quando fai l’esperienza di sentirti VIVO, questa è una esperienza molto intensa che non è solo un fatto di coscienza, ma è una esperienza che viene vissuta anche attraverso il corpo e le nostre cellule, il che significa a livello fisiologico, con produzione di ormoni del Benessere, di cui abbiamo un enorme bisogno.

Quando noi stiamo bene, cioè godiamo di uno stato di salute e benessere, questo significa che stiamo bene a livello fisico, mentale, emozionale e spirituale.
Se uno di questi livelli non va, fatti una domanda e cerca la risposta! E’ vero non è facile, ma nemmeno impossibile!

La domanda però non è qual è la causa di tutto ciò, ma qual è il significato di tutto ciò, perché sto vivendo questa esperienza, cioè che significato ha per me?

Questa domanda, nel tempo, ti porterà al vero cambiamento: sarai tu il vero artefice e protagonista della tua vita, non più lo spettatore passivo e vittima della tua stessa vita.
Ecco allora che, rinascere dalle proprie ceneri come la fenice, è una tra le più belle esperienze che possano accadere nella vita.
E’ proprio riscoprendo se stessi, che liberiamo i nostri potenziali ancora nascosti o repressi e così la nostra creatività e autenticità potrà emergere, per trasformare la nostra vita in quello che desideriamo essere.
Tu cosa vuoi essere?

Monica Mariutti
co-organizzatrice dell’evento “Risveglio tra Anima e Corpo”


Monica Mariutti
Operatore Olistico, specializzato in Biodanza, Master Reiki e tecniche energetiche vibrazionali.